venerdì 15 gennaio 2010

L'ISOLA RISCHIA DI DIVENTARE UN CIMITERO

Poca acqua, poco cibo e rischio malattie

Stefano Zannini, capo missione di Msf a Haiti:"L'isola rischia di diventare un cimitero"

image

"La situazione è caotica. La gente è per strada, non sa dove andare, dove rivolgersi per ricevere aiuto".

image © Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

"Ho visto la gente vagare senza meta per le strade sconvolte. Li ho visti urlare, piangere, disperarsi e poi crollare in ginocchio a pregare. Tutta la città è piena di detriti. I palazzi e le case sono implosi, piegati su se stessi, i marciapiedi sollevati, i pali dell'elettricità lanciati a distanza.

image© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Non c'è luce, non ci sono comunicazioni. Si cammina a piedi, tra i cadaveri, a centinaia, i detriti, gli incendi che scoppiano all'improvviso.

image © Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

C'è un fiume umano che vaga senza meta, che cerca i familiari, che chiama i nomi dei propri cari, che scava, che si affanna.

image © Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Moltissimi i feriti: hanno gambe e braccia fratturati: giacciono anche loro sui marciapiedi senza che nessuno sia in grado di raccoglierli e di assisterli".

SE DIO C’È… NON È QUI

1 commento:

stella ha detto...

Catone, terribile, agghiacciante...
Solidarietà e preghiere per questo popolo distrutto.

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin